Pianifica la tua vacanza

Mosaici


Assai diversi da quelli di Venezia e di Roma, lisci e piatti per effetto delle tessere usate, quasi uniformi e molto regolari, i mosaici di Ravenna presentano tessere a forma diversa l’una dall’altra, collocate con inclinazioni e profondità variabili. La superficie risulta così scabrosa e ruvida, tale da trattenere o riflettere la luce secondo la posizione dell’osservatore. Nella città, che vanta otto monumenti Unesco, di cui sette decorati con bellissimi mosaici ancora nel loro splendore, quest’arte è tuttora perpetuata nelle scuole e nelle botteghe degli artigiani-artisti.  A partire dalla metà del Novecento, un flusso quasi ininterrotto di relazioni fra docenti ed allievi ha dato vita a scambi e collaborazioni attraverso le scuole che hanno assolto il compito di trasmettere i fondamenti della conoscenza del giacimento musivo.  Questa tradizione, unica ed irripetibile, continua a vivere a livello internazionale anche grazie a creatori, interpreti e restauratori. Diversi sono gli ateliers nel centro storico o in luoghi appartati del forese di mosaicisti di fama mondiale come Ines Morigi Berti, Marco Bravura, Felice Nittolo, Alessandra Caprara, Enzo Scianna, Luciana Notturni, Silvana Costa, Isotta Fiorentini Roncuzzi.

Trova ciò che vuoi

 

lavora con noi